La penisola salentina è conosciuta dai più per il suo mare, per l’architettura, per la sua storia.
Conosciuta anche per il suo vino robusto e generoso e per il suo olio gradevolmente fruttato e gustoso, elementi tipici della agricoltura mediterranea a cui si rifà buona parte della sua tradizione culinaria.

Il salento però nasconde piccoli segreti disseminati in tutto il suo territorio di cui pochi sono a conoscenza.
Pochi temerari si sono avventurati per i sentieri di questa terra alla ricerca di questi tesori generosamente offerti ai pochi che ne sanno apprezzare il valore.

Uno tra questi è Giuseppe Lolli che con passione e caparbietà ha diffuso e fatto conoscere un’altra ricchezza salentina, il tartufo del Salento conosciuto come il tartufo bianco di Corigliano d’Otranto.

Composizione: tuber albidum pico
Conservazione: conservare in luogo fresco e asciutto

Composizione: tuber aestivum
Conservazione: conservare in luogo fresco e asciutto

Vasetto da: 27 gr
Ingredienti: tuber albidum pico (70%), sale, olio extravergine d'oliva (30%), aroma
Conservazione: conservare in luogo fresco e asciutto

Vasetto da: 27 gr
Ingredienti: tuber aestivum (70%), sale, olio extravergine d'oliva (30%), aroma
Conservazione: conservare in luogo fresco e asciutto

Vasetto da: 27 gr
Ingredienti: tuber albidum pico (70%), sale, olio extravergine d'oliva (30%), aroma
Conservazione: conservare in luogo fresco e asciutto

Vasetto da: 27 gr
Ingredienti: tuber aestivum (70%), sale, olio extravergine d'oliva (30%), aroma
Conservazione: conservare in luogo fresco e asciutto

ALLA SCOPERTA DEL SALENTO QUOTIDIANO

Le pietre da una parte e l'ulivo dall'altra.
Il bianco e il verde, da quello scuro e intenso degli uliveti a quello splendente dei campi primaverili punteggiati dal giallo delle margherite e dal rosso dei papaveri.
Terra rossa a larghi solchi, aspri cuti e pietre, campi spaziosi e ridenti giardini ugualmente recintati da muretti a secco, pagghiari, edicole votive: ovunque i colori del mediterraneo.
Alla ricerca del nuovo oro del Salento, nascosto e sconosciuto ai più: il tartufo.
Un pretesto affascinante per scoprire il paesaggio rurale salentino, l'impegno e la passione dell'uomo e del cane, per poter gustare infine "sua maestà il tartufo" abbinato ai prodotti d'eccellenza del luogo.

ITINERARIO

  • ore 9.30: raduno presso il Castello De'Monti di Corigliano d'Otranto;
  • ore 9.30/10.30 circa: passeggiata alla scoperta del centro storico di Corigliano d'Otranto;
  • ore 10.30/12.00 circa: escursione in una delle Serre della Grecia Salentina in compagnia di un esperto tartufaio e dei suoi cani.
  • ore 12.30/14.00 circa: degustazione presso il Ristorante Bakè di Torre dell'Orso, di un pasto completo a base di tartufo,prodotti e vini tipici del Salento.

Per informazioni e prenotazioni contattare
Giuseppe Lolli
+39.338.8822318

Quota individuale di partecipazione
50 Euro (minimo 4 persone)

Associazioni e gruppi superiori a 15 persone
30 Euro